03/08/2008 - Congresso internazionale di dermatologia plastica: dermocosmetologia e inve...

10/05/2008 - Come diagnosticare e trattare le onicomicosiIl corso è rivolto ai medici sp...

05/05/2008 - IV corso di dermatopatologia al microscopio multivisione IL CORSO CONSISTE...

 
A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z

Acromie cutenee
Allergie da farmaci
Eczema
Ghiandole sebacee
Infezioni batteriche
Infezioni fungine
Infezioni virali
Lichen
Linfomi
Mal.Ematologiche
Mal.Endocrine
Mal.Fotoindotte
Mal.Genetiche
Mal.Immunitarie
Mal.Metaboliche
Mal.Mucose
Mal.Nutrizionali
Mal.Parassitarie
Mal.sess.trasmesse
Malattie dei peli
Malattie vascolari
Melanoma
Pigmentazioni cut.
Precancerosi
Psicosomatosi
Psoriasi e ittiosi
Tumori benigni
Tumori maligni
Unghie malattie
Varie

Unghie malattie - Pillole di bellezza per labbra a prova di bacio

Lo sapevate che…
• L’assenza di ghiandole sebacee o bulbi pilifiri rende la pelle delle labbra estremamente sottile e fragile. Tendono a seccarsi e a perdere idratazione facilmente, non contengono melanina pertanto sono sensibili ai raggi Uv. Rispetto a tutto il resto della pelle necessitano una maggiore protezione e una cura costante.
• Gli agenti atmosferici che provocano lo disidratazione delle labbra sono il freddo, il sole ed il vento. Ogni stagione dell’anno pertanto rappresenta un pericolo per le nostre labbra.
• Anche alcol e fumo, oltre a nuocere alla salute, contribuiscono a screpolare le labbra.
• Attenzione ai viaggi in aereo, l’aria pressurizzata della cabina tende ad inaridire la pelle soprattutto quelle delle nostre labbra.
• Durante la detersione quotidiana evitate il contatto diretto con tonici, astrigenti e saponi aggressivi. Gli esfolianti che fanno benissimo alla pelle del viso non vanno mai usati vicino alle labbra soprattutto a quelle screpolate.
• Evitate di sfiorare le labbra con la saliva in quanto i sali in essa contenuti aiutano a disidratarle.
• I rossetti a lunga durata tendono ad inaridire le labbra, pertanto durante il demaquillage cercate di eliminarne ogni traccia.
• In spiaggia proteggetele sempre con un filtro solare a schermo totale, che utilizzerete anche d’inverno se amate sciare.
• La cura migliore è utilizzare sempre, in qualsiasi stagione, una crema idratante per proteggerle, un balsamo lenitivo la notte per riparare e in caso di sos provate a fare una maschera idratante alle vostra labbra applicando la stessa maschera che usate per il viso, ve ne saranno riconoscenti.

Allergie o intolleranze alimentari?


Cistiti ricorrenti, dolori muscolari, insonnia etc., sono patologie di organi e apparati diversi spesso accomunati dalle stesse cause: intolleranza ad alcuni alimenti.
Ancora oggi si fa confusione fra Allergie ed Intolleranze Alimentari e, purtroppo, non solo fra la gente comune.
Le allergie sono dose dipendenti, producono reazioni anafilattiche rilasciando nell'organismo sostanze che irritano soprattutto la pelle, l'apparato digestivo e quello respiratorio. Esse provocano l'intervento del sistema immunitario e quindi sono facilmente individuabili con i conosciuti test di laboratorio.
Le intolleranze alimentari non sono dose dipendenti ma si presentano dopo ingestione quotidiana per lunghi periodi dell'alimento incriminato. Non stimolano direttamente il sistema immunitario e non aggrediscono distretti ben precisi, bensì stimolano l'insorgere di patologie a carico di qualsiasi organo o apparato: dall'apparato genitale (cistiti ricorrenti, impotenza ecc…), all'apparato muscolo scheletrico (artriti, dolori muscolari ecc…), … fino a coinvolgere la sfera psichica ( disturbo attacchi di panico, insonnia, disturbi della concentrazione e della memoria ecc…).
L'unico sistema per risolvere definitivamente le patologie correlate alle Intolleranze Alimentari consta nell'individuare gli alimenti a cui si è intolleranti mediante strumenti appropriati, eliminarli dalla dieta quotidiana per periodi più o meno lunghi, ripulire l'intestino e ricolonizzarlo con il giusto apporto di flora batterica saprofita.
Da oggi si possono individuare questi alimenti in modo veloce, pratico e attendibile eseguendo un semplice test anche presso molti centri benessere.

Il freddo un nemico per la pelle
________________________________________


Impariamo a difenderci dal freddo, anche se, come tutti sappiamo che il freddo e' necessario e fa bene, esattamente quanto il sole, il caldo, l'aria e la pioggia. Affrontato in maniera intelligente, il freddo non sarà più un nemico.
Il corpo viene avvolto in abbondanti strati di tessuti per ripararsi dal freddo, mentre il viso e le mani restano esposti e la loro pelle ne risente subito.
Qualunque sia il tipo di pelle, è indispensabile idratarla ogni giorno con delle creme adeguate. È vero infatti che la pelle, quando ne ha bisogno, attinge acqua dall'organismo, ma in particolari situazioni l'equilibrio idrolipidico dell'epidermide può essere alterato.
Di solito è lo strato corneo, cioè la barriera esterna dell'epidermide formata dalle cellule che hanno finito il loro ciclo vitale, a svolgere la funzione di mantenere il livello ottimale di idratazione, ma in particolari situazioni ambientali e con il passare degli anni, però, il fattore di idratazione naturale composto da cellule morte, sebo e altre sostanze prodotte dalla pelle, tende ad indebolirsi, causando disidratazione. Soprattutto d'inverno, la nostra pelle è soggetta a continui sbalzi di temperatura, il freddo provoca una costrizione dei vasi sanguigni superficiali arrossando la pelle, mentre il passaggio ai luoghi chiusi surriscaldati li dilata, alterando l'equilibrio idro-lipidico della cute, risultato guance arrossate e disidratate.
Se la percentuale di acqua scende al di sotto del 10%, ecco che la pelle tira e diventa più ruvida per prevenire la disidratazione, è opportuno applicare ogni giorno una crema idratante, ripetendo se possibile l'applicazione anche nel pomeriggio, perché, se è vero che gli attuali trattamenti sono concepiti per durare tutto il giorno, dare alla pelle un "rinforzo" nei periodi in cui reclama più idratazione non può fare che bene. Un buon prodotto idratante non deve apportare l'acqua, che tanto la pelle già attinge dentro se stessa, ma trattenere quella che già la pelle possiede in se stessa, oltre a fare da barriera contro i gli agenti esterni, come sbalzi di temperatura, vento, umidità, raggi UV e smog.
Viso:
la regola è proteggere durante il giorno e nutrire la notte
Mani:
hanno bisogno di cure quanto il nostro viso
Corpo:
la sua pelle è più spessa ma ugualmente soggetta alla disidratazione, non trascuriamola
 
 
Le vitamine, amiche per la pelle
________________________________________


Il menù per la pelle
Tra i cibi che la nostra pelle preferisce troviamo:
Le verdure
Fonte inesauribile di vitamine, a tavola vanno consumate fresche e preferibilmente crude.
Da mettere nel beuty case il mercato offre intere linee di trattamento a base di ortaggi: latte detergente al cetriolo, crema idratante al finocchio, crema elasticizzante alla zucca o emulsioni per il corpo agli spinaci e ai piselli.
Molti, per esempio, gli effetti benefici della carota, ringiovanisce i tessuti, previene la formazione di rughe, un ottima arma per combattere gli effetti dannosi dei radicali liberi. I suoi principi attivi inoltre aiutano a far ritrovare alla pelle il suo naturale splendore.
Provate questa maschera alla carota e cancellerete dal vostro viso il grigiore cittadino:
frullate due carote e scaldate a bagnomaria 10 grammi di vaselina in 20 grammi di olio di germe di grano. Unite il tutto, lasciate raffreddare e poi applicatelo prima di andare a letto sul viso perfettamente pulito.
Alghe
Sono un vero toccasana per le pelli stanche ed opache, preservano l’integrità dei tessuti, svolgono un’azione mineralizzante dovuta alla presenza di oligo-elementi, vitamine e aminoacidi ed hanno effetti rassodanti.
L’elevata concentrazione di iodio sconfigge anche la formazione di cellule cellulitiche.
A tavola, quindi, via libera al sushi!
Molte sono le creme a base di alghe che trovate in commercio ma se volete cimentarvi nel fai da te ecco un ottima ricetta per preparare un detergente esofliante:
procuratevi delle alghe sminuzzate (si trovano facilmente in tutte le erboristerie) e aggiungetene tre cucchiai ad un sapone di glicerina che avete fatto sciogliere a bagnomaria. Dopo aver lasciato riposare il composto per almeno mezz’ora riscaldatelo ancora unendoci due cucchiai di sale grosso e mescolate accuratamente. Infine versate il utto in uno stampo e lasciate raffreddare.
Soia
È molto utile nella prevenzione delle rughe, rinforza l’epidermide e la rende più elastica.
Se avete problemi di linea potete utilizzarla in cucina come condimento e, non solo, se siete golose mangiate un gelato di soia, senza esitazioni, oltre ad avere pochissime calorie vi aiuterà a combattere i radicali liberi.
Pappa reale e miele
Miniere naturali di vitamina B5 che aiuta a rinforzare le difese dell’organismo, ritardare la comparsa delle rughe e l’invecchiamento della pelle, nutre, rassoda, accelera il ricambio cellulare e contrasta l’affaticamento. Ecco una maschera antinvecchiamento portentosa per una pelle raggiante:
sbattete un tuorlo di un uovo con un cucchiaio di miele. Stendetela sul viso con i polpastrelli, massaggiando leggermente per favorirne l'assorbimento.
Lasciatela sul viso e sul collo per circa 30 minuti e poi toglietela con una spugnetta e acqua tiepida.
Utilizzate il miele come dolcificante naturale e ai cambi di stagione, prendete ogni mattina, per 20 giorni, mezzo grammo di pappa reale per bocca, sarà una sferzata di energia!
Aceto Balsamico e Aceto di mele
L’aceto balsamico contiene principi attivi che rinforzano i vasi capillari, aumentano la produzione di collagene e mantengono la pelle elastica inoltre è ricco di sostanze protettive, purificanti e calmanti, ideali per la pelle grassa.
Quello di mele è una fonte di sali minerali e oligo-elementi, che hanno la capacità di tonificare e rimineralizzare l'organismo intero.
Provate questo peeling naturale utilissimo contro i brufoli:
versate dieci gocce di aceto balsamico in mezzo bicchiere di olio di mandorle, mescolate bene e massaggiate sul viso.
Invece per tonificare per la pelle del corpo scoprite gli effetti rigeneranti di questo bagno all’aceto di mele:
all’acqua della vostra vasca da bagno, aggiungete due bicchieri di aceto di mele. Restate immerse per almeno 15 minuti.
Olio
Un amico per la pelle: l’acido oleico in esso contenuto non solo nutre la pelle secca ma protegge i capelli, rinforza le unghie, allevia i dolori muscolari ed è un ottimo antiossidante e anti-radicali liberi.
Questa maschera idratante è perfetta per calmare e ammorbidire la pelle secca:
mescolate un cucchiaino d’olio d’oliva con un tuorlo d’uovo sbattuto e un cucchiaino di miele, stendete sul viso e lasciate agire per 10 minuti. Prima di sciacquare con un spugnetta massaggiate il viso eseguendo movimenti rotatori.
Acqua
L’acqua oltre ad idratare aiuta a regolare la circolazione e garantisce alle cellule tutte le funzioni vitali.
Fate un bagno di vapore per combattere la stanchezza della pelle del viso:
mettete a bollire dell'acqua aggiungendo una manciata di erbe aromatiche: pino, lavanda, echinacea, oltre alla pelle fanno bene anche ai bronchi e portare ad ebollizione per qualche minuto.
Appoggiate il recipiente con l'acqua bollente sul tavolo, avvicinate il viso al vapore, coprendo la testa con un asciugamano: il vapore verrà tutto localizzato, restate in vaporizzazione una decina di minuti.
Lavate la faccia con acqua fredda, che eliminerà le tossine fuoriuscite durante il bagno di vapore, e chiuderà i pori.
Per idratarvi anche dall’interno, bevete un bicchiere d'acqua al mattino a digiuno, a piccoli sorsi, preferibilmente a temperatura ambiente o appena tiepida, e' un lavaggio interno, che aiuterà il fegato, e renderà la pelle luminosa.
Frutta
La frutta, come la verdura è un grande alleato del fascino femminile contiene un sacco di vitamine, fa bene alla salute, e non bisogna mai dimenticare che anche nelle diete più ristrette, gioca un ruolo molto importante.
L’uva, per esempio, e' un frutto generoso e succoso, contiene zuccheri semplici, fruttosio e glucosio, potassio, acqua, vitamine e acidi di frutti che le conferiscono proprietà sia di esfoliazione dolce, che schiarenti e protettive.
Questo tonico nutriente vi sorprenderà, oltre a tonificare, previene le piccole rughe:
prendete 10 acini di uva, lavateli, passateli nel frullatore, senza togliere i semi.
Pulite la pelle con il latte detergente, passate sul viso e sul collo un batuffolo di cotone imbevuto nel succo ottenuto dopo 10 minuti, sciacquare il viso con acqua tiepida.
Cacao
Energetico, stimolante e tonificante è un perfetto antistress per la pelle. Contiene il rame, che aumenta l’elasticità dei tessuti, il magnesio, che combatte le contratture muscolari da stress, una notevole quantità di bioflavonoidi, le sostanze antiossidanti che combattono l’invecchiamento e il triptofano un precursore della serotonina, l'ormone della felicità.
Provate ad aggiungere al detergente abituale dieci gocce di essenza di cacao (la trovate in erboristeria). Questa fragranza antistress e stimolante farà apparire il viso visto più disteso.
A tavola, qualche volta concedetevi un dolce al cioccolato: cancella la stanchezza e risolleva il morale. 


Anche la pelle invecchia
________________________________________


Si sente spesso parlare di prodotti contro l' invecchiamento cutaneo, e appena e' possibile, leggiamo tutte le indicazioni per scoprire se la cosa interessa anche noi.
Con il passare del tempo la pelle perde la propria compattezza, l'elasticita', e riduce la sua capacità di autoriparazione. Attorno ai trent'anni comincia a diminuire la produzione di sebo, la pelle si assottiglia e iniziano a deteriorarsi le fibre di collagene ed elastina, sostanze che fanno da "sostegno" alla pelle, e, di conseguenza, aumentano i radicali liberi, i maggiori responsabili dell'invecchiamento cutaneo.
Quando questo processo avviene, appaiono sottili linee di disidratazione, compaiono le prime rughe e le prime macchie.
Tra i fenomeni che provocano le rughe e le discromie sono sicuramente importanti i fattori ambientali, infatti gli elementi irritanti possono portare alla formazione di segni visibili di invecchiamento.
Il fumo, l'alcol, l'impoverimento dell'ozono, l'inquinamento, il sole, lo stress, il sapone non adatto alla nostra pelle, e i radicali liberi, privi di equilibrio a causa dell'esposizione ai raggi UV, scatenano reazioni e irritazioni.
Un aiuto importante per la pelle e' sicuramente la Vitamina C, che svolge due azioni: aiuta a stimolare la naturale sintesi del collagene, e rende meno visibili le discromie.
Altri elementi quali gli anti-ossidanti e gli anti-irritanti, se usati regolarmente, rallentano il processo dell'invecchiamento precoce.
Per esempio l'estratto di the verde ha una un potente azione anti-ossiadante, aiuta a calmare e lenire la pelle, mentre la caffeina aiuta a rinforzare la barriera idrolipidica.
Vediamo, prima di tutto, cosa si può fare per prevenire l'invecchiamento cutaneo:
evitare di esporsi al sole nelle ore di punta fra le 11 e le 15, proteggere sempre la pelle con un filtro solare, evitare i lettini solari
seguire una sana alimentazione, ricca di verdura e frutta, povera di carboidrati semplici, di fruttosio e con un consumo bilanciato di proteine e carboidrati, ridurre i grassi e il sale, evitare il sovvrappeso
non fumare, perche' il fumo danneggia la pelle e provoca la formazione dei segni del tempo, soprattutto nel contorno delle labbra ed occhi oltre a spegnere il colorito del viso
non eccedere con gli alcolici perche' puo' aumentare la formazione di piccoli capillari sulla pelle
fare molta attivita' fisica, perche' aumenta la circolazione, aiuta il metabolismo e a sostenere la massa muscolare
dormire bene, un adeguato riposo e' importante come stile di vita e per la pelle
bere almeno un litro di acqua al giorno, perche' un'adeguata idratazione ' importante per la salute della pelle, oltre che per il benessere del corpo in generale
usare prodotti adatti al proprio tipo di pelle, questo evitera' le infiammazioni, la pelle arida, dermatiti ecc.
evitare le esagerate espressioni facciale: portare sempre gli occhiali da sole, per evitare di socchiudere le palpebre che creano le fastidiose e antiestetiche "zampe di gallina"
ricordiamoci che la pelle rispecchia la nostra "anima", non scordiamoci quindi, appena possibile, di trovare qualche minuto anche per rilassarci e cancellare lo stress e le tensioni.
Vediamo ora come intervenire se abbiamo già notato le prime rughe e cerchiamo di imparare a distinguere le rughe d'espressione da quelle definitive. Le prime sono determinate dalla mimica facciale quando si sorride, ci si arrabbia, si è molto stanche e sono visibili anche su un viso giovane ma solitamente spariscono quando è rilassato.
Le seconde, che possono essere provocate dalle precedenti, interessano il tessuto connettivo sottocutaneo e, purtroppo, non si attenuano neanche quando il volto è rilassato.
Non c'è un età assoluta in cui iniziano ad apparire, possiamo solo dire, a titolo indicativo, attorno ai trent'anni, per cui è buona regola usare sempre, sin da giovani, un buon trattamento idratante, da scegliere a seconda del proprio tipo di pelle, per garantire il giusto grado di idratazione e difendere la pelle dagli agenti esterni.
Dopo quest'età invece sarà bene ricorrere ad un prodotto antietà specifico che apporti sostanze nutritive ed elasticizzanti, meglio ancora se ad effetto lifting, da alternare con un trattamento urto nei periodi in cui la pelle appare più stanca e stressata.
Le creme-lifting hanno anche un'azione drenante, quindi aiutano ad eliminare gli accumuli di tossine e liquidi, migliorando l'aspetto e il tono.
Per le macchie, come prevenzione utilizzare sempre creme idratanti da giorno con fattore di protezione contro i raggi Uv, perché anche in città o in una giornata nuvolosa la nostra pelle è costantemente esposta a questi raggi.
Come trattamento il principio attivo più utilizzato e più efficace è l'arbutina, ma sono di valido aiuto anche gli acidi glicolico, cogico e retinoico e la vitamina C. 
Il Fondotinta
1. Come sceglierlo
Il fondotinta, oggi, non e' solo un momento fondamentale
del make-up, ma anche un vero e proprio trattamento
per la pelle. Esso, infatti, non si limita a uniformare il
colorito e a nascondere le imperfezioni, ma protegge
l'epidermide dallo smog e dal sole, idratandola. Con
l'arrivo dell'estate, pero' nascono i dubbi. Il fondotinta
sara' adatto anche durante la bella stagione e le giornate
calde? Quale sara' la texture ideale? Scegliere bene il
fondotinta e' fondamentale per avere una buona
tenuta di trucco e non appesantire la pelle e il colorito.
D'estate la scelta appare ancora piu' complicata, perche'
occorre scegliere un fondotinta impalpabile che faccia
traspirare bene l'epidermide. Ecco qualche regola
fondamentale:
* Scegli il colore piu' simile a quello della tua
carnagione. Per essere certa di non acquistarne uno troppo
scuro o troppo chiaro, provalo nella zona tra il viso
e il collo
* Evita l'uso del fondotinta subito dopo la pulizia del
viso e la lampada
* Nella calda stagione opta per le formulazioni piu'
leggere, come quelle fluide non oil, o per le creme
colorate che abbinano al trattamento anche un ottimo
risultato di make-up
* Preferisci sempre prodotti che contengono protezione UV.
***
2. Come stenderlo
Stai sempre attenta che il fondotinta sia ben steso, per
non creare antiestetiche ombre sul viso o un antipatico
effetto "maschera". Ecco qualche semplice consiglio:
* Prima di tutto detergi bene il viso e applica una crema
idratante non oleosa
* Stendi il fondotinta utilizzando le mani o una spugnetta
in lattice. Se usi un fondotinta compatto, abbi cura di
inumidire la spugnetta
* Applicalo con movimenti che vanno dal centro del viso
all'esterno e dal basso verso l'alto
* Se hai ecceduto con il prodotto, usa una velina per
assorbirne l'eccesso
* Fissa il risultato con la cipria.

 

 


 

inserita da: il 22/02/2008

Torna Indietro

     
 
Sei un ricercatore ? Sei un medico ?
Vuoi collaborare scrivendo un articolo su
Dermatologia Genitale ?
Entra nell'area editori.
 
Inserisci il tuo indirizzo e-mail, per ricevere gli aggiornamenti di Dermatologia Genitale.

® 2007 Dermatologia Genitale. Tutti i diritti sono riservati.